IL RESOCONTO DEL WEEKEND del 7-8 OTTOBRE

Leno, 10 ottobre 2017,

La Bassa è scesa in campo con quasi tutte le sue formazioni lo scorso week end, a riposo solo l'under 18 in attesa della prima di campionato. Vediamo insieme com'è andata:

Sabato 7 ottobre ha visto impegnato l'under 14 a Mantova che strappa una vittoria concretizzando il lavoro della settimana. Il finale è di 42 a 35.

A Leno l'under 12 scende in campo con due formazioni nel torneo del "Rugby del sabato sera", clicca qui per saperne di più.

Domenica 8 ottobre si è giocato in casa il primo torno Under 8 e Under 10 della stagione, qui potrete avere maggiore info su Torneo d'autunno 2017 U8 e qui per l'U10.

A seguire sul campo di Leno si è disputata le seconda di campionato di serie C1 che ha visto in campo i nostri atleti affrontare il Rugby Botticino, favorito del nostro girone.

Purtroppo il buon gioco e il vantaggio mantenuto sino quasi allo scadere della gara non ha arriso ai nostri, infatti a tempo scaduto il rugby Botticino ha segnato la meta del sorpasso trasformata dal nostro ex Michele Ferrari. Punteggio finale 22-24 senza possibiltà di replica. 

Solida prova dei giovani della nostra linea di 3/4 in modo particolare Stefano Carrara classe 1998, autore della seconda meta dell'incontro  edel maggio numero dei placcaggi efficaci dell'incontro.

Qui alcuni scatti della nostra preziosa DG Albertina Carrara.

Infine Lunedì 9 ottobre l'under 16 di Podestà e Alieh hanno affrontato a Bagnolo Mella il rugby Lumezzane in un test match che li ha visti vincere con il punteggio di 26-21.

Queste le parole di Enrique Podestà al termine dell'incontro: "Partita molto combattuta dal principio alla fine contro un Lumezzane ordinato e con qualche buona individualità. Risultato in ballo fino al ultimo minuto di gioco, quando i nostri ragazzi sono riusciti a segnare la meta della vittoria dopo il recupero di un pallone e di diverse fasi di gioco.
Di positivo c'è da segnalare il fatto di cercare e credere nella vittoria fino al fischio finale dell'arbitro. Detto questo, rimane tanto lavoro da fare per aiutare i nostri ragazzi nella loro crescita come giocatori di rugby e persone."

Flanker81